Dozza – galleria d’arte sotto le stelle

DOZZA è un Borgo Medievale uno dei “Borghi più Belli d’Italia” conosciuto anche come il Borgo dal muro dipinto.

Cui si possono ammirare oltre un centinaio di opere realizzate da nomi prestigiosi dell’arte contemporanea .

Da oltre 60 anni Dozza ospita una manifestazione artistica Biennale del Muro Dipinto sul iniziativa di Tomaso Seragnoli . Dal 1960 ad oggi hanno partecipato alla Biennale circa 200 artisti .Proprio grazie a questa iniziativa il borgo oggi è celebre per i suoi coloratissimi murales.

La città vanta una straordinaria collezione di opere di artisti di tutto il mondo, un vero e proprio museo d’arte sotto le stelle , sempre aperto al pubblico.

I dipinti murali sono in stretta simbiosi con la storia e l’atmosfera di questo luogo, li possiamo vedere sulle pareti, intorno alle finestre, alle porte e ai negozi, integrati in qualsiasi spazio libero.
Queste straordinarie opere d’arte sono legate a questo posto e gli conferiscono un carattere singolare e unico.

Galleria fotografica

a sinistra L’Angelo di Dozza di Giuliana Bonazza-Un portone a grandi specchiature accanto al quale è seduta una grande figura alata che sembra reggere un lampione illuminato.

.

Schweizer Riccardo- L’uva e il vino
Il disegno è sagomato sopra un arco nel muro. Ai lati due robusti putti reggono grappoli e tralci mentre il cielo sfavilla di colori puri e figure astratte.
,,Prima di noi ,,Umberto Zanetti (Bologna)
Contini Emilio Bologna. Finestra sulla valle – Dall’interno di una stanza, una finestra si apre su un paesaggio verde caratterizzato da dolci colline lavorate a vigneto. Sul davanzale della finestra spicca un murice dentato.
“L’Eterna Cosmologia dei Contadini” di Manuel Ruiz Pipò- Interno di sera: una tavola sulla quale è accesa una lampada centrale. Una famiglia è raffigurata mentre sta consumando la cena. Un gatto sul pavimento è accanto a loro.
Festa della segavecchia, 1962, Tonino Dal Re(Imola)
Un paesaggio collinare nel quale è un’architettura in forma di paese, entro la quale un uomo seduto regge un grande bicchiere a stelo colmo di vino rosso. Vicino all’uomo sono due forme di pane, una rosetta e uno sfilatino.
ALDO BORGONZONI (Medicina)socialismo romantico 1985-Cinque uomini e una donna in piedi,; al centro due figure abbozzate che sembrano raccogliere l’uva. In alto figure stilizzate picassiane.
Arcobaleno di Alfonso Frasnedi- Bologna -Una porta urbana che si apre su una strada dritta in fondo alla quale si erge un palazzo merlato. Attorno ci sono nuvole, un cielo azzurro e un grande arcobaleno.
Michal Strjecek, Concept “Dozza”, 2000 propone un maxi francobollo, rappresentato soltanto nella dentellatura, nel testo “Poste italiane” -realizato nel 2000
“Two Women Chatting” di Kamil Tarqosz, Dozza copia

© RIPRODUZIONE RISERVATA
RIPRODUZIONE CONSENTITA CON LINK ORIGINALE e CITAZIONE FONTE – https://arte-4-you.com/

ti potrebbe interessare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: